1974/1975

                                                        CAMPIONATO DI 2° CATEGORIA

Inizia a tutti gli effetti l’era Presidenzaile di Antonio Scarpini. Un’era lunga ben 16 anni, in cui Antoni diede il meglio di se in termini di Passione, organizzazione e presenza. A rigor di precisione diciamo subito che Scarpini in realta ebbe l’investitura ufficiale il 12 Aprile 1974, quando oramai il vecchio campionato era già a 3/4 del suo percorso. L’elezione di Scarpini, prese subito i connotati del battesimo di FUOCO, giacchè il Vecchio Presidente Franco Barigelletti, abituato ad agire in autonomia, andò in contrasto con il direttivo, e rassegnò le dimissioni, convinto che tutti avrebbero fatto pressione per fargli riprendere il suo posto, dettando poi le sue regole. NON FU COSì! Il Direttivo all’unanimità passo alla votazione eleggendo Antonio Scarpini come nuovo Presidente. Barigelletti ci rimase di stucco, e visto il legame solidissimo con lo spogliatoio, convinse i giocatori a ribellarsi all’elezione di Scarpini. IL VERBALE DELL’ASSEMBLEA N° 38 DEL 14/04/1974 RIPORTA: ” A seguito del risultato delle votazioni, nello spogliatoio tra i giocatori, ci furono delle dimissioni a diniego di questo risultao, per altro ottenuto con elezione libera e democratica” La domenica successiva era in calendario il proibitivo scontro con i cugini di Marzocca, a Marzocca, con la squadra locale prima in classifica in odore di vittoria del girone. Pochi minuti prima della partita, i giocatori attraverso il loro capitano, fanno pervenire una nota scritta in cui si contesta l’elezione di Scarpini, annunciando che si asterranno dagli allenamenti fino a quando il vecchio Presidente non verrà rimesso al suo posto. Scarpini non tentenna ne barcolla, senza un attimo di esitazione entra dentro lo spogliatoio, guarda tutti negli occhi, poi invita tutti quelli che non ” SE LA SENTONO ” a lasciare borsa tuta e altro materiale della società, nello spogliatoio e andarsene. ” PREFERIAMO LA SCONFITTA A TAVOLINO PER MANCANZA DI ORGANICO PIUTTOSTO CHE ACCETTARE  UN RICATTO DI QUESTO GENERE ” Gelo spettrale in uno spogliatoio senza ” aria”, Poi Franco Mosca allenatoree giocatore, scandisce i nomi della formazione, che andò in campo con tutti i suoi effettivi, strappando un grande pareggio dopo una prestazione monstre. Di Franco Barigelletti si persero le traccie per qualche anno, fin quando perdonato rientrò negli anni a seguire collaborando fattivamente con Antonio Scarpini, viste le sue Indubbie capacità che erano prerogativa di pochi. Il 5° Posto finale mitiga in parte gli screzi dell’annata. Durante l’estate il calcio tiene banco a Marina, andata a mille la ” Sagra del Pesce “, si comincia a impostare la nuova squadra, giacche Magnante e Della Corte ( 40 goal in due) ritornano alle rispettive società di appartenenza, che rivogliono i loro frombolieri dopo una stagione esaltante per entrambi. ( MERCE RARA ANCHE A QUEI TEMPI I BOMBER). Scarpini carico di entusiasmo parte alla grande, richiama dal Montemarciano il portiere Luniew ed il roccioso Stopper Paolo Rossetti, Poi sempre dal Monte arriverà Luciano Gnesi, il terzino con gli occhiali ( giocava in partita con gli stessi ) e il centrocampista Riccardo Santarelli anche lui Casabruciatese. Dalla Spes Jesi arriva una velocissima e sgusciante Ala di nome Gilberto Bianchi. Confermatissimo Gianfranceschi ottima ala destra, dalla Pergolese ritorna a Casa Stefano Canonico, Centravanti dai mezzi fisici imponenti. Ad agosto Scarpini centra forse il miglior colpo della sua lunghissima Presidenza: Dal Marotta arriva Roberto Barucca, centravanti tutta velocità con un tiro schokante. Baruca chiude questa annata con 27 presenze e 26 reti…. una valanga inarrestabile, poi chiuderà dopo 4 campionati la sua storia a Marina diventando il più grande marcatore di tutti i tempi con 70 reti in 90 presenze….un delirio! era un Marina a trazione anteriore, l’esplosiva potenza in avanti no dava tregua alle difese avversarie. 23 giocatori utilizzati con esordi di giovani promettenti. 19/01/75 alla 15° giornata esordisce il libero, Mauro Menotti che sostituisce Corrado Ferretti. IL 27/04/75, Alla 27° giornata Marco Baldini e Laureno Moretti, fanno capolino in prima squadra giocando tutta la partita. Chiudiamo ilcampionato al 4° posto con 50 goal segnati e 30 subiti. A MARINA SI COMINCIA A SOGNARE!