Interviste

                                    STAGIONE 2015/2016: CAMPIONATO DI PROMOZIONE REGIONALE GIR. ” A “  

( Interviste di aldo nicolini )

 

stefano tiranti

 Campionato finito, il Marina Calcio, vince in maniera esaltante un campionato difficilissimo, ED ENTRA CON MERITO PER LA PRIMA VOLTA IN ASSOLUTO NEL CAMPIONATO DI ECCELLENZA REGIONALE. Il risultato finale va molto al di la dei numeri nudi e crudi, che comunque lasciano una traccia importante nella storia della società. StefanoTiranti condottiero di questa splendida truppa di giocatori entusiasmanti ci dice la sua.

— D : CAMPIONATO VINTO, TITOLO REGIONALE PERSO, CHE VOTO DAI A QUESTA STAGIONE?

— R: 10  Senza tentennamenti, eravamo partiti pieni di speranze, e con i play off come obbiettivo, poi strada facendo le cose sono cambiate, i nuovi si sono inseriti subito ed i risultati sono arrivati. Il tutto supportato da bel gioco, e quella non trascurabile caratteristica che è la determinazione. Si siamo stati bravi veramente. Il Titolo regionale è arrivato a stagione chiusa quindi nessuna colpa ai ragazzi.

— D: HAI PROPOSTO E FORTISSIMAMENTE VOLUTO GABRIELE TITTARELLI, ALLORA UNO SCONOSCIUTO A TUTTI GLI EFFETTI. PRATICAMENTE E’ STATO UN LANCIO DEL GIOCATORE NEL PANORAMA CALCISTICO DELLA PROVINCIA. QUANTI MERITI TI PRENDI PER L’ESPLOSIONE DI QUESTO CENTRAVANTI VECCHIA MANIERA?

–R: ” il truffa ” ha fatto molto bene, ed è giusto che si prenda la sua meritata parte di notorietà. Però lasciamelo dire: Non è esploso, ha delle caratteristiche molto ma molto imprtanti, ma deve ancora affinare un po di cosette, un salto di categoria per gradi è proprio il suo toccasana. e quando esploderà veramente, è quello che ci auguriamo tutti, io sarò il più felice di tutti.

— D: ASSODATO CHE  AVRAI INSTAURATO UN RAPPORTO DI STIMA E FIDUCIA CON IL GIOCATORE: QUANTE PROBABILITA’ HAI DI TRATTENERLO A MARINA?

— R: Non ci casco, prima dovrò chiarirmi io dentro di me, e capire che stimoli avrò per la prossima stagione, una volta deciso parlerò con il giocatore. Comunque lui deve decidere in perfetta autonomia, se decide di restare a Marina, io posso solo consigliarlo, ma deve essere convinto della scelta e mettere la tigna di quest’anno. della sua determinazione, ho apprezzato anche le gomitate in faccia agli avversari.

— D: CHE FARA’ STEFANO TIRANTI DA GRANDE…..

–R: Non è un grosso probblema, mi sento con il Presidente tutti i giorni, e qualche volta anche due. Mi sono preso qualche giorno di riflessione alla ricerca di stimoli e motivazioni forti. Se rinuncio a Marina sarà soltanto perchè smetto di allenare, io non sono alla ricerca del rimborso spese a tutti i costi.

— D: OLTRE AL TUO STATO D’ANIMO, POSSIAMO PENSARE CHE LA TUA PERMANENZA A MARINA SIA LEGATA ALLA CAMPAGNA DI RAFFORZAMENTO, OPPURE ALLA RICONFERMA DI QUALCHE GIOCATORE? 

— R: Assolutamente no! prima dovro parlare della mia posizione, poi parleremo di cambiare qualcosa, Se mai decidremo di apportare delle modifiche. Ma questa è una squadra tosta, non c’è molto da ritoccare

— D: IN TEMPI NON SOSPETTI TI SEI LASCIATO SCAPPARE: ” MI PIACEREBBE COMPLETARE UN OPERA!!!” …ERA UNA TACITA RICONFERMA AL MARINA CALCIO?

— R: Mi metti in bocca cose mai dette, tutto come sopra. non ho ancora sciolto le riserve.

— D: FESTEGGIAMENTI A NON FINIRE,COME TI TROVI NELLA PARTE DI QUELLO CHE SI LASCIA ANDARE, PER POI FASI ACCOMPAGNARE A CASA XE’ INCAPACE DI GUIDARE, CON ANNESSI E CONNESSI?

— R: Notizia falsa, un allenatore dovrebbe sempre dare il buon esempio, ed io lo esempiai….

— D: LO ” ESEMPIAI ” C’E’ PIACIUTA;”  MA NOI PARLAVAMO DI UN’ALTRA NOTTATA BRAVA, E IN QUELLA NOTTE ….INVINO VERITAS!!!!

Finisce qui…x ora,la chiacchierata con Stefano Tiranti il Mister che ha scritto una gran bel pezzo di storia  Marina Calcio, Un mister taciturno, di primo acchito potrebbe sembrare burbero, ma terribilmente preso a livello emotivo dalla squadra e dall’impegno ASSUNTO. Salvo poi lasciarsi andare con i ragazzi a bocce ferme, come il peggiore degli ubriaconi da bettola. ma le idee chiare a volte hanno bisogno di essere alimentate, anzi …..annaffiate!!!  

                                          —–0—–0—–0—–      

ANDREA SAVINI       

Un’intervista che aspettavamo da un po! L’uomo piu’ rappresentativo, l’uomo con il ” pedegree ” ( come dice Tittarelli ), Piu’ luccicante, quello che ha fatto dire al mister….” arrivato Savini ho cominciato a sperare in qualcosa di meglio dei play off….” insomma Andrea Savini!!!!

— D: SEI ARRIVATO A MARINA, CON LA FAMA DELL’IRRIDUCIBILE, DEL DURO, DI QUELLO DURO A MORIRE, RICCO DI ESPERIENZA E DI CLASSE NONOSTANTE IL RUOLO ABBASTANZA ” ARROGANTE ” SIA NOTORIAMENTE DEFINITO PER PICCHIATORI. ATTESE TUTTE CONFERMATE! COME TI SEI VISTO?

— R: Contento di me e del rendimento, molto meglio il girone di andata, nel ritorno ho pagato un po la fatica con qualche piccolo risentimento che mi ha tenuto fuori qualche partita. Ma venivo da un infortunio grave dalla scorsa stagione con l’intervento al crociato.

— D: CON CHI HAI LEGATO DI PIU’ DENTRO LO SPOGLIATOIO E IN GENERALE?

— R: Con tutti senza preconcetti, forse dentro lo spogliatoio con i più grandi, ma molto per confronti sulle questioni tecniche, e magari qualche parola in piu con il mio vicino di ” banco ” Luca Valeri. Luca non dimenticatelo, ha giocato in C2, , E quindi sotto l’aspetto dell’esperienza è sicuramente il più dotato. Potrebbe sembrare uno schivo, ma è un ragazzo di una disponibilità unica.

–D: IN UNA PRECEDENTE INTERVISTA IL TUO CAPITANO EBBE A DIRCI: ” LA PRIMA VOLTA CHE SONO ENTRATO DENTRO LO SPOGLIATOIO QUEST’ANNO, HO GUARDATO TUTTI I NUOVI ED HO PERCEPITO UNA SENZAZIONE STRANA, SAPEVO CHE AVREMMO FATTO ROBE GROSSE!!!”

–R: Ho programmato subito i play off anche io; Grandi qualità in quelli che c’erano, grande qualità nei nuovi, dipendeva tutto dalla coesione e in quanto tempo fosse occorso per sintonizzarci. e’ andato tutto bene

–D: VISTO CHE HAI GIOCATO CAMPIONATI IMPORTANTI, SU CHE PIANO METTI QUESTO CAMPIONATO?

— R: Al primo posto senza tentennamenti, è il mio primo campionato vinto; nessun ripescaggio nessun spareggio, lo abbiamo stravinto sul campo, ne sono entusista ed ancora devo metabolizzare questa esaltante corsa.

— D: DOMANDA CHE HO GIA’ FATTO AD ALTRI; CHE FARA’ SAVINI DA GRANDE?

–R: Potrebbe essere una risposta scontata, Sono capitato in una società di dilettanti dove l’organizzazione è da professionisti. Non viene trascurato, niente, e noi siamo sempre stati trattati come oggetti preziosi. Io non sviolino e non faccio retoriche, garantito: Un grande merito della nostra sintonia dentro lo spogliatoio proviene da ” fuori” lo spogliatoio. e ringrazio tutto lo staff MARINA CALCIO per questa incredibile stagione. Savini darà priorità assoluta al Marina, dovremmo fare una chiacchierata x impostare la prossima stagione. POI SAVINI avrà ancora addosso la maglia biancazzurra.

–D: COME TI TROVI CON IL MISTER E LUI CON TE, VISTO CHE IN CAMPO SPESSO GLI TOGLI LA ” PAROLA”?

— R:Molto bene, è stato Mister Tiranti già a Maggio lo scorso anno a dirmi se fossi interessato al Marina, ma dopo avermi prospettato programmi e intenti. Uomo concreto con pochi fronzoli, e quindi schietto anche davanti a tutti. ha gestito personalità forti e diverse in maniera molto concreta, ha messo in moto una macchina perfetta ed il risultato finale poteva solo essere la vittoria. Per quanto riguarda i miei atteggiamenti in campo, credo lo sapesse che dietro non perdo di vista nessuno, e parlo molto perchè li tengo attenti…ma credo sia soddisfatto anche di questo.

Bella questa intervista, Da grande professionista qual’è Il fortissimo centrale di Tiranti, si è prestato a questa “tortura” la mattina successiva alla notte brava di Riccione, senza battere ciglio, e senza sbavature. Un Professionista e’ professionista sempre. Ovvio che il desiderio di vederlo ancora a Marina e fortissimo. L’estate ci dirà qualcosa di più

                           —–0—–0—–0—–

Gabriele Tittarelli

…E venne il giorno del ” LUNGO COLTELLO” !!! facendo il verso al titolo di un famosissimo film americano, ci avviciniamo a “scoprire” più da vicino il pianeta Tittarelli, il centravanti della squadra più forte di sempre, nella storia del MARINA CALCIO. Non è un semplice centravanti, un trascinatore, un cecchino, un combattente, ma sopratutto un realizzatore come rare volte avevamo visto a Marina.  Qualcuno se ne è uscito anche con un:” Il piu’ forte centravanti che il Marina abbia mai avuto”. Lo incontriamo per capire qualcosa in piu su questo personaggio che ha coinvolto tutta la Marina sportiva.

— D: Sei arrivato a Marina come l’oggetto del mistero, praticamente sconosciuto, non sapeva niente nessuno; Come è stato l’ingresso nello spogliatoio del Marina?

–R: ” Troppo bene, giuro;, è bastato un mesetto per conoscerli tutti, poi abbiamo cominciato a sentirci anche fuori dal campo, poi dopo l’amicizia è nato qualcosa di più che non so spiegare bene, poi con qualcuno siamo diventati inseparabili.

–D: Gia’ a metà campionato eri diventato il più ” chiacchierato”, in termini positivi, ovvio; Hai mai percepito questo clima di euforia proveniente dal tifo biancazzurro?

–R: Francamente no!, non ci ho mai pensato, ne percepito qualcosa del genere, al di la dei commenti positivi nelle cronache del dopo partita. Stavamo andando bene, vedevo che arrivavano le vittorie, allora ho cominciato a pensare di fare più goal possibili.

–D: Al tuo primo anno da titolare praticamente hai fatto ” BINGO” ! Vinci un campionato, sei il capocannoniere della squadra regina con 16 reti conquisti,  10 rigori, ne hai sbagliato 1, oltre ad aver gettato alle ortiche reti in quantità industriale. tu come ti sei visto?

–R: Sinceramente una sorpresa anche per me, io mi ero messo in discussione per capire qualcosa su quello che potevo fare, grazie a Mister Tiiranti mi  sono sentito da subito importante, ma ho capito che contavo qualcosa dopo la prima squalifica per reazione. Invece della punizione è arrivata tanta comprensione. Ringrazio tutti i compagni.

–D: Nonostante i numeri importanti già scritti quest’anno, tutti gli addetti ai lavori dicono che ancora hai da lavorare tanto su ampi margini di miglioramento; Ma dove vorresti arrivare?

–R: Boh! a Jesi giocavo come Under ma giocavo solo spezzoni di partite ogni tanto. Volevo fare il titolare per giocare con continuità. Mi pare di aver fato bene quest’anno quindi vorrei continuare a divertirmi.

–D: Molti addetti ai lavori, dicono che la tua fortuna “POTREBBE” essere il giocare una categoria sopra rispetto a quest’anno, dentro uno spogliatoio in simbiosi, con compagni che ti conoscono alla perfezione; Resti a Marina?

–R: Marina in cima alla lista, mi ha dato la possibilità di giocare una stagione irripetibile, ancora non lo so, però per restare devo fare una chiacchierata e capire se il MARINA vuole Tittarelli.

–D:…E questo grande feeling con Maiorano?

— R: Un Fratello! giochiamo insieme da quando avevamo 14 anni, prima nell’Ancona, poi due anni a Fano, poi a Jesi, da dove lui si è staccato per venire a Marina, e dopo due anni quest’anno ci siamo ritrovati, Anzi: E’ bene chiarire un concetto con chi ha intenzione di chiedere Tittarelli. Per arrivare al sottoscritto devono prendere anche Maiorano, o viceversa.  La coppia non si separa più è bene saperlo bene prima.

— D: Dopo questa clamorosa dichiarazione di intenti, insistiamo con un po di “pepe” sulla coda; Un possibile acquisto per la prossima stagione ci dice che verrebbe sicuro solo se resta Tittarelli!!! a quanto pare hai parecchi estimatori.

–R: No dai! …guarda se mi dici chi è posso provare a sbilanciarmi un pochino…ma ancora poco, poi vediamo….(occhiolino e grande risata..)

— D: dove vai a passare le vacanze…..

— R: Niente vacanze, lavoro nell’azienda di famiglia, quindi non posso fare programmi, anche perchè mio padre ha un destro terrificante…devo stare attento.

— Salutiamo il bomberone, anticipando la convocazione per l’ 11 GIUGNO, quando ci sarà la serata Marina calcio, CHE VUOL DIRE FESTEGGIARE LA PROMOZIONE, con tanti regali e serata con le famiglie.

 

 

 

 

 

 

 

                                           –—-0—–0—–0—–0—–0—–0—–0—–0—–0—–

MARCO PRINCIPI:” stupito dall’accoglienza!”   Abbiamo raccolto le impressioni di uno tra i più prolifici bomber dei dilettanti in tutta la Regione. Per anni trascinatore della Castelfrettese, per oltre un ventennio ha regolarmente chiuso in doppia cifra i suoi bottini personali, sia in promozione che in eccellenza, con delle punte di realizzazioni vicinissimo alle 30 reti stagionali.

D: Ciao Marco, meglio tardi che mai…mi pare!

R: Guarda una vera e propria trattativa non c’è mai stata, qualche anno fa ho avuto degli imput da qualcuno del Marina, ma poi la presunta trattativa non ebbe seguito.

D: Tutti entusiasti a Marina, ovvio che il tuo nome fa paura un po a tanti, gran segno di stima dai tuoi prossimi compagni che anno tirato un sospiro di sollievo alla notizia del tuo arrivo.

R: Troppo buoni, tanti giocatori di livello, sono entusiasta con tanta voglia di ricominciare, ovviamente prometto massimo impegno e la segreta speranza di ripetermi sui ” MIEI ” livelli

D: Vicino a te avrai un osso duro come Nicola Palloni, oramai ” giocatore simbolo” del marina, 80 partite consecutive senza nessuna sosta, e 50 goal….tu che di questo argomento te ne intendi, come vedi l’accoppiata?

R: Fantastico! non sapevo di questo score, credo che dovrebbero essere gli altri a preoccuparsi, Tanto più che tra di noi c’è un certo Luca Moschini che a mio parere è il più forte dei tre.

D: Bravo, ci hai anticipato il giudizio che ti avremmo chiesto sul l’altro compagno di reparto.

D: Impressioni sull’ambiente di Marina?

R: Giuro! un ambiente straordinario dove efficienza e organizzazione sono di primissima qualità, poi ci sono compagni di livello assoluto, e la notizia che uno come Savelli fosse dei nostri, mi ha gasato ancor di più. Un Grandissimo giocatore!

Finiamo la chiacchierata, pronta la cena, e i nostri interessi si sono distolti un po dal calcio. Non ci resta che aspettare il 16 Agosto

 

—–0—–0—–0—–0——0——0—–0——0—–0—–0—–0—–0—–0—–0—–0—–0—–0—–

” SIMO” ROSSETTI : Capitano Ottimista

 1 chiacchiera e mezza sul momento no del Marina Calcio!

D – Gli ultimi risultati fanno a “cornate” con la qualità dell’organico, come spieghi questa flessione

R – Un momento no dovuto ai molteplici infortuni, e alla condizione approssimativa c’è anche un certo Luca Moschini di tanti di noi

D – Pensavamo che l’organico decisamente sopra la media potesse anche ” mascherare” qualche magagna!!!!    

R – Assolutamente no! Questo è un girone decisamente duro ed equilibrato, oltretutto a dicembre tante squadre si sono rinforzate in maniera decisiva.

D – Dopo la partita di S.Angelo in Vado si è parlato di una “incrinatura” tra alcuni di voi!  

R – Scherzi? il nostro è uno spogliatoio unico, composto da amici veri! anche gli Under sono perfettamente integrati. Non so chi dice queste fesserie. Ti anticipo che Sabato prossimo saremo a pranzo tutti assieme prima della partita

D – Rischia il Marina con questo andamento?    

R – Spero di no! diciamo che molti di noi stanno riacquistando la migliore condizione. Puntiamo ad una convincente vittoria contro il Real Metauro per scacciare le ” streghe”

Chiudiamo con il classico ” IN BOCCA AL LUPO ” Sabato il Marina dovrà dare una svolta al finale di stagione, i Play-off sono li; quasi sulla linea di porta!!!!!…

aldo nicolini

—–o——o—–o—–o—–o—–o—–o—–o—–o—–o—–o—-o—–

 MANUEL ” IKER ” MONTINI! Portieri si nasce

” Due tiri in porta al portierone del Marina dopo l’ennesima esaltante prestazione contro il Marotta”

Non poteva essere altrimenti! è il personaggio del momento in casa Marina Calcio, ultima prestazione impeccabile, errori zero parate tante, e risultato perfezionato dal suo capitano. Un Uomo “AZIENDA”! tanto per usare un termine molto in voga di questi tempi. Un Esempio?; Questa estate durante la preparazione,  ebbe a dirci:” Quest’anno ci sono esigenze diverse, quando il Mister vorrà fare giocare un Under in porta io sono a disposizione!!!!” Merce rara l’onestà, partito il campionato emerge anche la coerenza di un ragazzo incredibile che tiene fede ai propositi fatti. 5 partite in panca senza battere ciglio. Poi il mister capisce che è ora e ributta nella mischia 2 leader confinati in panca. Gente dallo spessore morale senza pari, un patrimonio inestimabile per chi guida una società di calcio ai nostri tempi. E’ una domenica di relax passiamo mezzora insieme con una bella bionda a testa,” Haineken” da 750ml.

D- Certo che una dichiarazione di intenti come la tua, dicendo ai dirigenti che saresti stato disponibile per ogni esigenza, è stata straordinario come inizio!

R- Voglio bene ai miei compagni come a poche altre persone. Gli Under poi mi riportano a quando ero anche io un Under, l’unico modo per far bene è quello di mettermi a loro disposizione.

D- Ma al mister lo avevi anticipato questo tuo proposito?

R- Diciamo che gli ho espresso il mo assenso dopo la 1° partita, quando eravamo in difficoltà con gli stessi ragazzi.

D- Siamo avvezzi a Kiamarlo “IKER ” per il suo sviscerato tifo per il leader della nazionale Spagnola, due anni e non li dimostri, come ti trovi a Marina?

R- Da Dio! vezzeggiato, coccolato, osannato, come se giocassi in una squadra di mia proprietà, e sopratutto una simbiosi perfetta con mister compagni e dirigenti, Veramente un grande ambiente!

D- Tempo fa Palloni ci disse che vi ritrovate spessissimo fuori dal campo, ci 6 anche tu?

R- Cerco di esserci il più possibile, siamo un team importante per l’amicizia, nello spogliatoio, in campo e fuori.

D- Ecco; questa è una costante notata a Marina dall’arrivo di Ballini, tu come ti trovi con il Mister?

R- E’ un motivatore unico, riesce a tirare fuori il massimo da tutti quelli che scendono in campo, ma poi i numeri hanno una lettura univoca, provate a dire il contrario.

D- Visti dalla nostra parte questi numeri non sono stati mai sfiorati nemmeno con la fantasia, cosa mi dici dell’integrazione dei nuovi.

R- Sono arrivati ragazzi incredibili, Ruggio ( Ruggeri) lo conoscevo, ma tutti siamo rimasti allibiti da Marco Santini, Grande persona, e Grande giocatore. Restiamo incantati a vederlo giocare. Ma anche gli Under mica sono roba comune, secondo me questi in promozione sarebbero titolari in tutte le squadre anche senza l’avallo della carta d’identità.

D- Facci una classifica dei tuoi colleghi,una provocazione per farti litigare con qualcuno

R- Non saprei, direi un dieci a tutti, perchè tutti ragazzi importanti, e comunque pronti anche quelli che giocano meno

D- Un tuo collega di una squadra avversaria ci disse che Montini è il più forte portiere del girone… eri ancora in panca!!!!

R- Concordo( ride..gli ho pagato una cena ).Però parlando seri quando sono dentro la partita con la testa ho ben pochi rivali, anche se ho una stima esagerata per alcuni colleghi.

Questà è una ulteriore dimostrazione dello spessore caratteriale del personaggio e della su sicurezza. Proseguiamo

D- Lo scorso anno hai giocato un campionato mostruoso, 2700 minuti( 30 partite) più le coppe, 625′ di imbattibilità come record personale, nessun errore, e quella incredibile paratone di Barbara in un momento in Cui la squadra era in difficoltà. Salvata la partita e probabilmente il campionato. Quest’anno le ultime due partite da ” 11 ” , Chi dobbiamo ringraziare per questi risultati? 

R- Virgilio Zampetti, Mister Ballini, e i compagni di squadra, con la loro fiducia illimitata. Per un portiere è costante la ricerca di questi elementi.

D- Siamo ai saluti, facci una dedica per la grande prestazione nella partita con il Marotta?

R- Una persona SPECIALE! una persona che mi ha sempre gratificato con la sua stima, che ha sempre creduto in me, SPECIALE DAVVERO INSOMMA…………

Crediamo d’aver capito!!! non indaghiamo, anche perchè se una certa “sfera” si chiama privata, un motivo ci sarà pure. Le considerazioni sono tutte verso la dirigenza del Marina che ha per le mani un ragazzo educato, gentile, Campione come pochi eppoi SPECIALE…anche lui

aldo nicolini

 

 —-0—–0—–0—–0—–0—–0—–0—–0—–0—–0

 

Simone Rossetti: 25/04/ 2013 ( Vice C. Marina Calcio )

25 Aprile, giorno di festa e di ricorrenze, Il Marina Calcio oramai ” scarico” dagli appagamenti del campionato, ed in mezzo ad una “sbornia” che continua, giorno per giorno, nonostante gli sforzi di Mister Ballini di richiamare all’ordine i suoi anche per l’ultima di campionato in vista. Fissiamo un appuntamento con “Simo” Rossetti, il ” Pelè ” del Marina Calcio, Casabruciatese puro, anima e classe della squadra di Ballini.; naturalmente tutta la chiacchierata è incentrata sulla strepitosa vittoria del campionato di 1° Cat.

D: Simo; ERA ORA?

R: E si, direi proprio di si, dopo l’ennesimo bruciore di Lucrezia dello scorso anno,ero al 6° tentativo play-off, eravamo partiti proprio “incazzati” decisi a giocarci il tutto per tutto.

 

D: Mi pare che tu sia al 1° campionato vinto

R: Si, si, dopo 6 tentativi, Con l’Ostra Vetere, Ostra, e Marina lo scorso anno, direi che posso benissimo dire di aver dato il mio contributo alla cattiva sorte.

 

D: Tu, Casabruciatese puro, vincitore con il Marina Calcio!

R: Si appunto, Gioia doppia, qui vivo da quando sono nato, quì ho amici del cuore, e amici tifosi. Calcisticamente sono partito da piccolissimo, destinazione Vigor Senigallia, dove ho giocato fino alla serie “D “, dopo alcuni passaggi tra eccellenza e promozione, lo scorso anno per una serie di coincidenze, mi sono ritrovato quasi alla chiusura della campagna trasferimenti con il “MIO ” Marina, perchè sia Luca Ballini( Allenatore) Sia il Presidente mi avevano parlato della volontà di provarci. Tra l’altro seguivo tutte le domeniche l’andamento del Marina che l’anno prima aveva perso il Play-off, venedo poi ripescata.

 

D: Quest’anno?

R: Una stagione perfetta, nonostante ci siano stati anche infortuni di un certo peso, abbiamo avuto una rosa talmente forte e omogenea, che qualsiasi formazione sia scesa in campo ha fatto punti e gioco come se niente fosse. Ho veramente giocato in una squadra molto forte.

 

D: Infortuni come il tuo, un menisco “traditore” che ti ha tenuto fermo quasi tre mesi, nonostante questo il Marina è andato spedito senza tentennamenti, Cosa pensavi in quel periodo.

R: Mi mancava il campo, la gara, il pallone. Però mai avuto dubbi sul risultato, compagni incredibili sono andati alla grande.

 

D: Meriti?

R: Ovvio di tutti, io aprofitto di questa intervista per fare i complimenti, non ringraziamenti, ma COMPLIMENTI ( mi dice: ” scrivilo in grande), a tutti i ragazzi che hanno giocato meno, abbiamo vinto delle partite anche in trasferta quando mancavano 3/4 PRESUNTI titolari; FANTASTICI! poi la società, i custodi, i magazzinieri, e….( grande risata)

D: E?

R: Si anche il Sito, fantastico, il sabato dopo le partite è diventato 1 rito, il commento, le foto, quella forma di “divismo” che ci ha contagiato tutti. Un gran bel modo di caricarci per le partite. Poi te la devo dire tutta; Abbiamo avuto complimenti da tante direzioni per la piacevolezza della consultazione, e anche quella rubrica.

 

D: ora ti metto in difficoltà: Chi è stato il migliore?

R: La logica mi farebbe pensare a Palloni, ha realizzato 22 reti in 25 partite, dopo ci siamo 1 po rilassati(  squaquerata!!!!), Ma siccome lo Odio perchè mi ha fregato lo scettro di Capocannoniere vinto da me lo scorso anno, dico che sono stati ECCEZIONALI tutti gli altri meno che Lui!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

 

D: 10Goal realizzati nonostante 15 partite non giocate………..

R: Pensa se potevo giocarle tutte…… no dai scherzo! il calcio è una gran brutta bestia per poter parlare di certezze, Poi con un Palloni così! in area le palle le vuole tutti lui, e quando ce l’ha non le da a nessuno ( risatissima………)

LA CHIUDIAMO QUI! ci aspetta un robusto “Prosecco” tanto il Mister non c’è, e un pranzo stile ” cerimonia” domani c’è un altro allenamento, poi festeggiamenti fino alla SAGRA DEL PESCE!!!!!.hai voglia caro Ballini a scrivere regolamenti

 

 

 Luca Ballini 23 / 01 / 2013 ( Allenatore 1° squadra)

Una serata dedicata al relax, il convivio offerto dal Mister Ballini x il suo 50° compleanno è stato 1 “piatto” troppo succoso per lasciarlo trascurato. Sul tavolo a contatto di gomito, abbiamo carpito qualche umore, qualche senzazione, le aspettative, i sogni e quant’altro!

D – 20 OTTOBRE 2009; TI RICORDA QUALCOSA?

R – Il mio primo ingresso nello spogliatoio del Marina, non è stato 1 grande impatto-

D – MUSI “TROPPO” LUNGHI?

R- direi questo ed altro, Il Marina navigava sui bassifondi della più anonima classifica di 2° Cat. Ho subito capito che c’era da rimboccarsi le maniche e andare a testa bassa in più direzioni. I risultati, la psicologia per lo scoramento dei ragazzi, 1 telaio da rivedere totalmente, la società abbastanza smarrita e incapace di riorganizzarsi a breve.

D – COME HAI COMINCIATO QUELLA MIRABILE OPERA DI RESTAURO CHE NEL 4° ANNO SU QUESTA PANCHINA PRODUCE RISULTATI CHE STANNO SOTTO GLI OCCHI DI TUTTI

R – Dai dirigenti! una proposta che poteva sembrare “indecente”, carta bianca su tutto il settore tecnico, e la bozza di un programma, o progetto, come si dice di questi tempi, che avrebbe dovuto dare la 1° Cat. entro 3 anni. Mi pare che abbiamo rispettato tempi e risultati!!!!!!! Comunque devo anche dire che questi programmi, vista l’andamento della stagione in corso, non sono affatto terminati, ma sono stati aggiornati.

D – PROSSIMA STAGIONE: PROMOZIONE CON IL MARINA, OPPURE……..

R – Il progetto non è ancora concluso, con il presidente abbiamo un accordo sulla parola, Lui sa benissimo che io ho il mio ” GRANDE ” sogno, ma che in mancanza del realizzarsi di questo sogno, non ho preclusioni per nessuna categoria, e siccome credo sia difficile fare tre retrocessioni in una stagione….. Eppoi te ne anticipo una: Ho già presentato la mia prossima campagna acquisti basata su 4 nomi.

D – COSA HAI CHIESTO AL TUO ANGELO CUSTODE PER QUESTI TUOI 50 ANNI?

R – Ovvio, la salute, la famiglia il Marina Calcio, che dopo 4 anni, e tutto il tempo trascorso qui, sta diventando la seconda famiglia, e…….

D – E ?

R – no comment, scaramanzia mio caro, scaramanzia!!!!

D – MISTER, MA QUESTA E’ UNA SQUADRA TOSTA, CON TANTI GIOCATORI DI LEVATURA ASSOLUTA E TUTTI ASSIEME PER LO STESSO SCOPO. QUESTO E’ 1 GIUDIZIO CONDIVISO DA TUTTI, NON SI PUO’ NON PENSARE IN GRANDE.

R – Mancano ancora 36 punti, francamente sono troppi, per cantare vittoria, prima dobbiamo fare almeno altri 10 risultati, poi ” forse” ti dico come andrà….ma forse!!!!!

D – UN GIOCATORE DI SPICCO, MI HA FATTO UNA CONFIDENZA: ” IL NOSTRO SALTO DI QUALITA’ SI CHIAMA ALESSANDRINI” E SE TI DICO CHI HA DETTO QUESTO RESTI DI STUCCO. CONCORDI?

R – Andrea lo conosco da quando faceva le giovanili, 1 giocatore di altra categoria. Avete visto tutti che sta giocando fuori ruolo, e visti i risultati, in parte do ragione a questa idea, ma non dimenticare che noi abbiamo 22 titolari e tutti forti, e Andrea è stato inserito in questo contesto, quindi è stato aiutato. Sapessi che malinconia il sabato alla lettura della formazione quando devo tenere fuori quella panchina che di volta in volta vedete. Però è proprio quella panchina che ci ha fatto fare il salto di qualità.

D – 2 SOLE SCONFITTE; BRAVI GLI ALTRI O DEMERITI NOSTRI?

R – A Torrette molto bravi loro, con l’Arcevia in casa devo dire che abbiamo messo tanto del nostro……..

D – COSA TI HANNO REGALATO I RAGAZZI PER QUESTI TUOI 50 ANNI

R – Il più semplice dei regali ma gradito tantissimo, un pallone con tutti gli autografi, starà in un angolo privileggiato dentro casa mia.

Arriva la torta e il brindisi, termina qui la nostra chiacchierata con il Mister, per la verità non molto incline alle interviste ne alle comparsate sui giornali, ma l’occasione è stata unica dovevamo approfittare. Oramai del Marina parlano anche i muri; Caro mister non riuscirai più a nasconderti!!!!!!!

 

 

Alessandro Ferri 30/12/2012 ( Allenatore Juniores)

Gran bella sorpresa all’interno del Marina Calcio! dopo l’ultima settimana di riflessione e alla luce dei modesti risultati ottenuti, la dirigenza decide di sostiuire Giampiero Postacchini alla guida della Juniores. Arriva Alessandro Ferri. noto e stimato professionista, con la “Passionaccia” mai compiutamente debellata nel sangue che si chiama calcio. Dopo lunghi trascorsi come giocatore frequenta e si diploma al corso allenatori, iniziando subito a frequentare le panchine della provincia. Ultime 2 stagioni al Montemarciano, dove fa molto bene. Diventa l’oggetto di importanti trattative per qualche panchina importante( 1°Cat. e Promozione), ma sospende per pressanti impegni di lavoro.Incontrarlo sui campi di Marina è stata una sorpresa: 2 chiacchiere molto serene su questa scelta.

Red. Ciao Ale! come mai questa bella novita?

Ferri: Abito a Marina, diciamo che impegni di lavoro non mi hanno permesso di puntare ” in alto” , l’ho trovata come 1 sistemazione ideale per rimettermi in gioco.

Red: Molti dicono: ” Troppo per una Juniores”

Ferri: Grazie per la stima, lavorare con i giovani è un grande stimolo, non lo ritengo un declassamento ma una soddisfazione, avere avuto questo incarico sinceramente mi onora.

Red: Hai appena concluso il 1° allenamento; senzazioni?

Ferri: su questo argomento risentiamoci a fine campionato, ancora di qualcuno non ho memorizzato neanche il nome, quindi…..

Salutiamo Alessandro con gli auguri di rito per il nuovo anno, in questo caso c’è anche 1 caloroso in “bocca al lupo” per l’inizio di questa nuova avventura. La Juniores del Marina aveva bisogno di idee nuove portate da 1 allenatore giovane e molto accreditato BUON LAVORO MISTER!!!

Nicola Palloni  22 Dicembre  2012

 

Approfittiamo dei momenti di relax “suggeriti” dalla cena di Natale, per carpire alcune impressioni sul protagonista principe dell’esplosivo attacco del Marina Calcio. Nicola Palloni ha chiuso 1 anno solare particolarmente  intenso( aveva giocato 1 sola partita a dicembre dello scorso anno), condito da numeri esaltanti in termini di reti, quasi da “paura” se si fa il rapporto in funzione delle presenze.

RED.: Sei arrivato a Marina da 1 anno secco; 2° metà dello scorso campionato, 1° metà dell’attuale campionato, come pensi ti sia andato il campionato, diciamo fai un’autoanalisi?

PALLONI: La 2° parte del campionato scorso, direi molto bene, ma come sai, poteva finire meglio. La seconda di quest’anno; alla GRANDISSIMA! Dietro comunque ci sono squadre toste che non mollano, quindi: Tutto ancora da fare!

RED.: Hai chiuso l’anno solare ( 1° gennaio– 31 Dicembre), con una media goal da paura, 22 reti su 30 presenze; E’ stato il tuo anno migliore?

PALLONI: Sicuramente si! Ho disputato altre stagioni molto buone, Biagio, Falconarese, Brandoni, S.Biagio, ma questo 2012 lo ricorderò a vita. Spero nel 2013 di ripetermi, anche perchè ancora non abbiamo “acchiappato” niente, quindi massimo impegno e pedalare a testa bassa fino alla fine. 

RED.: Il Marina è prima in classifica, e forse con pieno merito, abbiamo dato 1 senso al gran finale dello scorso anno, con una partenza esplosiva: come ti trovi con questi compagni?

PALLONI: Come un Papa! perfettamente integrato ed a mio agio con quasi tutti i ragazzi della squadra. E’ nato 1 rapporto stretto e d’affetto, ci sentiamo e ci frequentiamo anche fuori dal campo, ci sentiamo quasi tutti i giorni anche quando non siamo al campo x l’allenamento. Ci confidiamo anche su temi extracalcio.

RED.:Schiettezza alla mano: Dopo il tuo primo goal con il Marina, hai avuto un periodo di ” nebbia” che aveva fatto storcere il muso a parecchi tifosi, pensando ad 1 acquisto sbagliato. Poi è iniziato un crescendo costante condito da goal importanti e spettacolari. Cosa è cambiato in quei momenti?

PALLONI: La condizione fisica! nella seconda partita con la Brandoni, ho subito una distorzione alla caviglia. Il Mister mi ha chiesto 1 sforzo maggiore, e di stringere i denti, in quel periodo la squadra aveva bisogno di equilibrio. Ho giocato con dei dolori alla caviglia lancinanti. Una volta sistemato questo inconveniente, sono venuti i risultati.

RED.: Come ti trovi con questi compagni di squadra?

PALLONI: I numeri strepitosi citati prima, per quanto mi riguarda li divido con tutti i compagni. Sono loro che ogni domenica mi mettono nelle condizioni di lasciare il segno. Personalmente credo di aver avuto molto raramente compagni di così forti.

RED.: Dirigenti e tifosi ti seguono come un “piccolo” idolo; come ti ritrovi in questo ruolo?

PALLONI: Penso di essermi guadagnato tutto con il lavoro. Mister e compagni sanno che ce la metto sempre tutta anche in allenamento. Ringrazio tutti quelli che mi seguono con calore e spero di ripagare ancora con altre reti. Per la verità ho sentito anche qualche critica…..ma ci stà anche questo! Giustamente chi viene al campo ha diritto di rimproverare o criticare, purchè serva a migliorare. 

RED.: Come ricordi l’esaltante spareggio di Lucrezia?

PALLONI:E’ la ferita più profonda che ho, calcisticamente parlando. Quel giorno non ce n’era x nessuno! Superiori in tutto, in campo e sugli spalti. I nostri supporter con le bandiere, i cori, i petardi, i fumogeni; 1 apoteosi che non avrebbe avuto rischi, se non ci fosse stato quell’arbitro in chiara malafede che ha pilotato il risultato.

RED.: 37 PUNTI SU 45 DISPONIBILI! Ha un significato ben definito questo ruolino di marcia?

PALLONI: E’ qualcosa di “esagerato”, ma come detto, il titolo di “Campioni d’Inverno” non serve a niente. Il ritorno lo giocheremo in Apnea, andare a tutta e conservare questo vantaggio che abbiamo.

RED.: Qual’è il tuo compagno + importante? o comunque quello con cui “FLIRTI” di più?

PALLONI: Facile, quelo che mi gioca più vicino….mi sembra che lo scorso anno sia stato eletto “SINDACO” di Marina, non ricordo il nome! ma in campo è quello che inventa qualcosa x farmi fare goal. Ci intendiamo al volo in qualsiasi frangente di gioco, quando esagero in dribbling, mi insulta, poi mi sprona, spesso ci mandiamo a “cagare” ( testuale). sembra che stiamo assieme fin dalle giovanili….ma è solo 1 anno che giochiamo assieme!!!!!!! nel ritorno sarà lui l’arma in +!

RED: LUCA BALLINI!

PALLONI: Una guida fondamentale! i numeri hanno una lettura univoca, non sono da interpretare, ed i nostri sono sotto gli occhi di tutti. E’ Il creatore di questa macchina micidiale. Ora il nome del Marina “spaventa” tutti i nostri avversari, e sugli spalti è sempre una festa. Tutto questo è LUCA BALLINI

la chiacchierata è finita, ci aspetta qualche locale notturno lungo la costa, questa è una squadra tosta composta da ragazzi seri con la testa sulle spalle. Ma Natale è Natale, e un po di “DIVAGAZIONI” non ci sta male!!!! Poi Niko Palloni ci fa scrivere i saluti . RINGRAZIO TUTTA LA DIRIGENZA TIFOSI E SIMPATIZZANTI MENO NELLO! ( LO SPONSOR) MA OVVIAMENTE E’ UNO SCHERZO. AUGURO TANTA FELICITA PER LE FESTIVITA’