1989/1990

                                                      CAMPIONATO 2° Cat. Gir. ” C “

 

Presidente:  Claudio Garbini

Allenatore:  Ettore Canonici

 

 

Luglio, il mese delle decisioni! il rinnovo del direttivo non porta esagerati scossoni. Claudio Garbini è confermatissimo alla guida della società. C’e affiatamento, c’è entusiasmo, a Marina d’improvviso sembra rifiorita la voglia di fare le cose per bene. L’ottimo campionato appena concluso ha fatto dimenticare abbastanza in fretta la lunga storia di Scarpini Presidente. Garbini “guida” sicuro, con metodi abbastanza nuovi, e sopratutto una tecnica di pianificazione che servirà tantissimo al Marina Calcio negli anni a seguire. Poche follie, niente nomi di grido, solo giocatori motivati verso il Marina Calcio, e atleti adatti alla 2°Cat. Questo il       ” leit-motif ” dell’estate 89, un credo per la campagna acquisti. L’ottimo campionato scorso, induce ad una riconferma di tutta la rosa,ma fatalmente qualcuno con problemi e propositi diversi costringe lo staff tecnico del Marina a rivedere qualcosa.Partono Maurizio Bagnarelli, Neri, Paolo e Mauro Carletti e Saracini. Per l’inizio della preparazione 2 sole facce nuove; Massimo Falcioni            ( centravanti), Fabrizio Evangelista (centroc.) Poi una nutrita schiera di giovani promossi. In coppa Primavera fa l’esordio Daniele Mazzarini per l’infortunio di Giaccaglia. Mazzarini, 16 anni è un Casabruciatese puro, è L’unico portiere “indigeno” arrivato in 1° squadra , e per un portiere 16 anni sono proprio pochi. Daniele gioca alla grande, esi guadagna lo spazio come secondo a Giaccaglia. Poi la società ingaggia Marco Pennazzi ( a sorpresa),che dalla 7° giornata andrà a sostituire Giaccaglia ( infortunato), Per Daniele Mazzarini, senza demeriti(non ha mai giocato), c’èl’esilio a Marzocca ( per fare esperienza dicono) però Mazzarini a Marina non è più tornato…………………..                                                                                      Sarà un campionato con una partenza a rilento, ed un finale “esplosivo” chiudiamo l’andata al 10° posto con 12 punti di distacco dalla leader. Il ritorno ci vede mattatori. Finiamo al 4°posto, dopo 9 vittorie, 4 pareggi ed 1 sola sconfitta. dopo aver accarezzato l’impresa clamorosa, ( alla 26°giornata siamo 3° a 2 sole lunghezze dal Fratte Isola, poi lo scivolone maldestro di Castelleone pone fine alla fantastica rincorsa.