1981/1982

                                                                                     CAMPIONATO 1° CAT. GIR. ” B “                             

 

Presidente:     Antonio Scarpini

Allenatore:     Sandro Strologo: dal 20/08/81  fino al  25/ 03 / 82             –                      (esonerato x motivi disciplinari)                          

                        Cesare Piersantelli:   dal   28/03/82   al   25/05/82 

Il terzultimo posto della stagione corsa non ha soddisfatto nessuno. Forse con un po di presunzione ci si era convinti di avere uno squadrone, anche se alla fine il campo comunque sancisce equilibri e meriti. Tutto sommato la rosa era ampia e di discreta levatura, ed i risultati potevano e dovevano essere diversi. In estate si attua una mezza rivoluzione,nel’organico, negli uomini, nell’allenatore. Dieci giocatori ceduti o “tagliati”, Unico superstite, Piero Papponcini! benchè giovanissimo ci si è accorti che potrà essere un giocatore di piena affidabilità. L’estate sarà vissuta dai dirigenti all’insegna dell’impegno più totale per allestire una rosa competitiva, che offra garanzie certe x un campionato senza patemi. I primi tre acquisti sono importanti: Il portiere Giaccaglia, il centrocampista Farinelli, la punta Maurizi. Di Giaccaglia ci sono referenze entusiasmanti, proviene dalla Castelfrettese in promozione, in quell’estate nessuno avrebbe mai immaginato che sarebbe nato 1 sodalizio lungo 15 anni. Dalle giovanili viene promosso Viti come secondo da far crescere all’ombra di Giaccaglia. Dal Monte arriva la mezzala Susannini, elegante e raffinato cursore di centrocampo, a infoltire il nucleo degli scambi tra Marina e Montemarciano. in difesa “peschiamo” Fenio Landi dal Collemar. In attacco succede la rivoluzione più pesante, per clamore e qualità riteniamo che sia stata quella più eclatante dopo la coppia Barucca /Magnante. Dalla Primavera dell’Ancona Calcio arriva il centravanti Marco Mosca. 18 anni, fisico massiccio, e tecnica cirstallina, 2 ottimi piedi e tiro esplosivo. A fine campagna acquisti il ” BOTTO ” clamoroso! dopo Anconitana in “C “, Sangiorgese, Civitanovese, Falconarese in ” D ” a Marina arriva il Casabruciatese con il pedigree più ” brillante” : Mauro Simoncelli 30 anni, ala sinistra dalla classe raffinatissima. Il “Brasiliano” di Marina fa ritorno a casa. Questo binomio in attacco mette il Marina come favorita principale per la vittoria finale. A guidare questa armata, chiaramente a trazione anteriore, viene chiamato 1 mago della prima categoria; Sandro Strologo, Gia portiere nel Camerano dei sogni di qualche anno indietro. Questo per quanto riguarda la parte tecnia pura e semplice. Invece in cabina di regia succede un ” 48 ” !!!! Nella seduta del 19 giugno/81 risulta che all’atto della votazione per la rielezione del nuovo consiglio vengono eletti 2 facoltosi imprenditori del Comune: Walter Vignoli( il famosissimo Walzerì) e Fausto Cristofanelli. L’effetto della presenza dei due è uguale a quello di una tempesta. L apaura che il Marina diventi una proprietà privata porta tanti dirigenti a dare le dimissioni in aperta contestazione all’esito di un voto che comunque è stato democratico e spontaneo. Comunque nel bene o nel male il campionato prende il via tra le roventi polemiche imbastite dai dirigenti dimissionari. La squadra parte in sordina, poi comincia un crescendo entusiasmante, la coppia Simoncelli/Mosca va alla grande, il centrocmpo e la difesa un po “meno”. Alla 9° giornata siamo in testa con il PianoS.Lazzaro, alla 12° Sirolo 17 Punti Marina 16° e con questa classifica arriviamo allo scontro clou a Sirolo dove il Marina subisce la 1° sconfitta della stagione. Pe r1 incontro di tale portata arriva nientemeno un arbitro di fuori regione: tale Sig. Ruggi di Modena, che purtroppo incappa nella classica giornata storta e per il Marina dopo essere stata penalizzata in continuazione ( rete di Varoli al 15′ in clamoroso fuorigioco, 2 rigori negati al Marina,1 goal regolarissimo annullato a Mosca, un palo ed una traversa colpiti): NON SI POTEVA FARE DI PIU’!. Nel girone di ritorno si incrina il rapporto tra il Marina ed il tecnico Sandro Strologo. Il tecnico comincia a sbandierare ai quattro venti che la società impedisce l’utilizzo di alcuni giovani della Juniores, in quell’anno in testa alla classifica del loro girone. Secondo la società, il tecnico partecipando ad una trasmissione radiofonica non lesinò critiche all’operato dei dirigenti. Strologo portò a conoscenza di voler utilizzare 1 diciassettenne dal fisico bestiale, Sandro Santini, la società si oppose(probabilmente xè il ragazzo non piaceva a qualcuno). La trasmissione venne registrata e Strologo fu convocato in sede a dare spiegazioni di tale asserzioni. La settimana dopo Strologo fu esonerato. Il 28 Marzo 82 sulla panchina del Marina vene promosso Cesare Piersantelli dalle giovanili. Il Marina chiude al 6° posto un campionato che ci ha visto esaltanti nel giorne di andata, deludenti nel ritorno

                           SCORE

Partite Giocate          30

Punti Realizzati         32

Posiz. Raggiunta         6° posto

Goal Fatti                    33

Goal Subiti                  32